I contatori smart di Pietro Fiorentini protagonisti di un progetto portoghese

15 Gennaio 2021  -  Soluzioni

Cento smart meter prodotti da Pietro Fiorentini sono stati nel 2019 protagonisti di un importante progetto pilota a Lisbona, in Portogallo.

Avviato da GGND, Galp Gás Natural Distribuição, il principale distributore di gas della Penisola Iberica, il piano si poneva l’obiettivo di raccogliere informazioni sulle performance dei dispositivi e di testare la tecnologia NB-IoT in un ambiente reale, valutandone la fattibilità dal punto di vista tecnico ed economico.

 

Per la tramissione dei dati si è scelto di utilizzare la tecnologia NB-IoT, Narrowband Internet of Things, in quanto capace di garantire:

  • maggior penetrazione del segnale radio, per raggiungere anche dispositivi situati in luoghi come cantine, seminterrati e sottoscala;
  • lunga durata della batteria, pari alla vita del contatore.

 

NOS Comunicações, il principale operatore telefonico del Portogallo, ha fornito la tecnologia NB-IoT, mentre il programma per la gestione dei dati dei contatori è di Terranova Software, società del Gruppo Pietro Fiorentini.

 

I 100 contatori smart sono stati suddivisi in gruppi da 10, con configurazione della frequenza di comunicazione compresa tra un minimo di una volta a settimana a un massimo di 16 volte al giorno, per valutare la vita della batteria nelle diverse condizioni di utilizzo.
Consumo della batteria, esito delle trasmissioni, tentativi di manomissione, chiusura delle valvole e sicurezza dei dati sono i cinque indicatori utilizzati da GGND per valutare le prestazioni dei contatori smart con tecnologia NB-IoT.

La tecnologia NB-IoT ha restituito buoni livelli di prestazione e i contatori intelligenti di Pietro Fiorentini hanno dato prova della loro qualità anche durante i test di manomissione: erano stati configurati affinché chiudessero la valvola qualora fosse trascorso un numero prestabilito di giorni senza che trasmettessero dati, così da segnalare il tentativo di danneggiamento. GGND ritiene che si possano inoltre migliorare ulteriormente i risultati di successo di comunicazione conducendo ulteriori test.

 

“Siamo molto soddisfatti – commenta Luigi Vigone, Portfolio Leader per lo sviluppo del business e dei progetti di smart metering – di aver partecipato a questo progetto pilota con i contatori smart realizzati da Pietro Fiorentini. Si tratta di un’occasione per la nostra Azienda di prendere parte allo sviluppo di una delle tecnologie più rivoluzionarie del settore delle telecomunicazioni di questo decennio”.

 

Scopri di più sul progetto leggendo l’articolo completo pubblicato sull’International Gas Union Magazine da Nuno Nascimento e Mariana Paiva.

Scopri di più

RSE

RSE

Il contatore smart RSE di Pietro Fiorentini nasce dall’integrazione dei tradizionali misuratori con moduli elettronici di nuova generazione. La trasmissione dal gruppo...
Scopri di più
Scrolla in alto
TOP
Please turn to portrait for a better experience

Passa in modalità portrait
per una migliore esperienza