Anche il nuovo impianto di biometano a Cella Dati porta la firma di Pietro Fiorentini

26 Maggio 2022  -  Soluzioni

Nella giornata di ieri, mercoledì 25 maggio 2022, è stato inaugurato il nuovo impianto di upgrading del biogas e iniezione di biometano in rete di Cella Dati, in provincia di Cremona, interamente progettato, realizzato e installato dal Gruppo Pietro Fiorentini.

Completato nel giro di dodici mesi, il sistema ha iniziato già da marzo a iniettare nella rete di distribuzione del gas naturale biometano prodotto dai reflui zootecnici e dalle biomasse vegetali coltivate nell’area adiacente. Il volume totale supera i 4 milioni di metri cubi annui, l’equivalente del fabbisogno di quasi 4.000 auto. Oltre al biocarburante, l’impianto permette di ottenere dal residuo della fermentazione il digestato, un importante fertilizzante da utilizzare al posto dei concimi chimici.

La soluzione per l’upgrading del biogas di Pietro Fiorentini ha una capacità di 1.000 Nm3/h da cui vengono prodotti e iniettati in rete oltre 500 Sm3/h di biometano. Già predisposta per un ulteriore aumento della capacità di produzione, la soluzione consente di purificare il biogas separandone le due componenti principali, metano (CH₄) e anidride carbonica (CO₂), con un recupero del metano superiore al 99%.

 

Per processare i 1.000 Nm3/h di biogas di capacità massima il sistema si avvale di un compressore a doppia pompante che può funzionare a pieno regime oppure al 50% della portata, garantendo massima flessibilità di esercizio con conseguente riduzione dei consumi elettrici. Il compressore a doppia pompante è opera di BioKomp, società del Gruppo Pietro Fiorentini che produce impianti di compressione per metano, biometano e gas industriali.

 

“Il nuovo impianto di Cella Dati – commenta Gianluca Patuzzo, Biomethane Sales Area Manager di Pietro Fiorentini – conferma la nostra Azienda tra le prime realtà italiane in grado di progettare, realizzare e provvedere alla manutenzione di impianti integrati di upgrading e iniezione ponendosi nei confronti del cliente come unico interlocutore in tutte le fasi del processo. In virtù delle caratteristiche del biometano, fonte neutrale dal punto di vista delle emissioni e di straordinario valore per le aziende agricole locali e per l’intero comparto, questo tipo di soluzioni rappresentano oggi un contributo concreto per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea”.

 

Realizzata per il Gruppo EGEA e Santini Agricoltura Rinnovabile, la soluzione di upgrading del biogas e iniezione di biometano in rete di Pietro Fiorentini presente nel nuovo impianto di Cella Dati dimostra ancora una volta la volontà del Gruppo di agire come acceleratore per lo sviluppo di soluzioni innovative da mettere al servizio delle energie rinnovabili.

 

Focus on: Gruppo EGEA
Gruppo multiservizi con sede ad Alba, il Gruppo EGEA è da sempre attento alle esigenze territoriali e opera con un modello volutamente glocal. È presente in tutta Italia guardando con particolare attenzione alle comunità locali e alle realtà di provincia da dove proviene la parte maggioritaria dell’economia. Il biometano rappresenta un’importante leva di sviluppo del Gruppo, che intende aumentare il numero di impianti rinnovabili a regime (biogas, biometano, fotovoltaico e idroelettrico), così come previsto dal nuovo piano industriale della multiservizi. EGEA gestisce altri quattro impianti a biogas dislocati nell’area fra Cuneo e Torino. www.egea.it

 

Focus on: Santini Agricoltura Rinnovabile

La famiglia Santini è presente sul territorio da più di 200 anni e gestisce 500 ettari in provincia di Cremona con più di 4mila bovini e altri 300 ettari divisi fra Emilia-Romagna e Toscana. Sull’intera superficie aziendale presenta due colture: una è destinata al biometano, l’altra all’allevamento. In questo modo i terreni sono sempre coperti, in modo da massimizzare l’assorbimento di anidride carbonica.

 

Scopri di più

Scrolla in alto
TOP
Please turn to portrait for a better experience

Passa in modalità portrait
per una migliore esperienza