Lean e Agile

Un’integrazione di due filosofie a vantaggio dei nostri clienti

In Pietro Fiorentini, ogni progetto di miglioramento parte da una base concettuale molto semplice: creare un maggiore valore per i nostri clienti.

Per raggiungere questo obiettivo, sin dai primi anni Duemila l’Azienda ha adottato il modello della Produzione Snella (Lean Manufacturing), un sistema di gestione nato in Giappone attorno alla metà del Novecento.

Questo sistema si basa sul concetto che la realizzazione di un prodotto o l’erogazione di un servizio debbano essere focalizzate solo sulle attività che generano valore per il cliente e/o per l’utente finale, andando a individuare ed eliminare tutte le attività considerate spreco (Muda, nella terminologia Lean).

Nel corso del tempo, la diffusione del Lean Thinking in Pietro Fiorentini ha contribuito a valorizzare in maniera sostenibile non solo i processi produttivi, ma anche quelli decisionali e di gestione, ampliandosi a tutti i reparti, gli uffici e i dipartimenti.

La nascita di un ufficio preposto a diffondere la filosofia del miglioramento continuo (il Kaizen Promotion Office, da Kai – cambiamento, e Zen – buono, migliore) è stato fondamentale nella creazione di una cultura che oggi permea tutta l’Azienda, grazie anche alle Kaizen Week, gli eventi dedicati che si tengono mensilmente in tutti i nostri stabilimenti in Italia e nel mondo.

Il grande successo nell’applicazione di questa metodologia ha portato in poco tempo Pietro Fiorentini ad essere considerata un punto di riferimento internazionale e meta di viaggi studio per specialisti della Lean Production di tutto il mondo, oltre a ricevere riconoscimenti ufficiali da parte di alcuni tra i più grandi esperti in materia come Arnaldo Camuffo, che ha definito la nostra azienda “La Toyota d’Italia”, Mike Rother o James Womack.

Il mondo di oggi richiede però una grande capacità di adattamento a uno scenario sempre più complesso, dove gli attori si moltiplicano ed ogni minuscola variabile genera effetti che si ripercuotono su tutta la catena del valore.

Per questo motivo, a partire dal 2018 Pietro Fiorentini ha iniziato a combinare l’efficienza dei principi del Lean Management con l’introduzione della metodologia Agile e di un network sempre crescente di team e progetti basati sul framework SCRUM. Questi team racchiudono al loro interno competenze trasversali di professionisti interni ed esterni all’azienda, che agiscono secondo cicli iterativi detti Sprint, che hanno lo scopo principale di fornire con cadenze regolari dei cosiddetti “rilasci funzionali” del progetto da valutare progressivamente con gli stakeholder (interni o esterni all’azienda), consentendo di adattarsi con facilità a modifiche e variazioni e di velocizzare i tempi di sviluppo.

Lean e Agile, due metodi che hanno caratteristiche diverse ma complementari, che convivono e si integrano in Pietro Fiorentini perché fondati sul principio fondamentale che sta alla base di tutte le nostre attività: la soddisfazione del cliente attraverso l’eliminazione di ciò che non porta valore, l’ottimizzazione dei processi, un confronto costante votato al raggiungimento del più alto livello di qualità.

Scopri di più

Scrolla in alto
TOP
Please turn to portrait for a better experience

Passa in modalità portrait
per una migliore esperienza