News

Auto elettriche per il parco macchine aziendale: con il progetto e-Mobility in Pietro Fiorentini anche i viaggi diventano green

Auto elettriche per il parco macchine aziendale: con il progetto e-Mobility in Pietro Fiorentini anche i viaggi diventano green

Pietro Fiorentini ha deciso di dare una svolta green al parco auto aziendale, orientandosi verso l’elettrico, unica tecnologia a oggi in grado di consentire la totale eliminazione delle emissioni locali di ossidi di azoto e polveri sottili durante la guida.

“Abbiamo dato il via al progetto e-Mobility – esordisce Lorenzo Groppo, Fleet Manager – con il varo della prima macchina elettrica per i dipendenti e con l’installazione della prima colonnina di ricarica presso lo stabilimento di Arcugnano (Vicenza). L’obiettivo finale è convertirci quasi totalmente all’elettrico per i mezzi di pooling entro la fine del 2022”.

La nuova arrivata è una Volkswagen up! con 260 km di autonomia reali che potrà essere ricaricata tramite apposita tessera in tutte le stazioni Enel X sul suolo nazionale. Per le prossime, dovremo invece aspettare l’inizio dell’anno venturo, quando sarà disponibile il modello ID.3, sempre della casa automobilistica tedesca, con autonomia reale a partire da 330 km. Per coprire distanze particolarmente lunghe, rimarranno a disposizione dei veicoli con motore Diesel.

Le società italiane del Gruppo Pietro Fiorentini si doteranno di un numero sempre maggiore di macchine elettriche – continua Lorenzo Groppo – anche grazie al rapporto di collaborazione e supporto che abbiamo instaurato con Volkswagen Italia e Germania. Il prossimo passo sarà convertire all’elettrico o all’ibrido anche i veicoli che vengono assegnati ai dipendenti, non appena saranno disponibili sul mercato più modelli rispetto a ora”.

I mezzi elettrici hanno performance ambientali migliori rispetto a tutte le alternative attualmente disponibili: prendendo come riferimento 20 veicoli, la riduzione annua stimata in termini di emissioni CO2 è di circa 64,2 tonnellate, ossia l’anidride carbonica assorbita in dodici mesi da più di 2.140 alberi.

Un’altra dimostrazione dell’impegno di Pietro Fiorentini sul tema della sostenibilità ambientale.


 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info